Quando il corpo umano subisce un trauma, sia fisico che emozionale, i suoi processi vitali e le sue energie vengono scombussolati. I traumi più comuni che una persona può subire, sono:

  • Distorsioni
  • Incidenti sportivi
  • Fratture di vario genere
  • Colpo della strega
  • Colpo di frusta

Ad esempio, nel trauma da colpo di frusta, dagli esami radiologici, potrebbe non risultare alcuna lesione ma gli squilibri legamentosi e osteoarticolari potrebbero manifestarsi addirittura parecchi mesi dopo l’incidente. I sintomi che si riscontrano sono: vertigini, ronzii, disturbi della vista, mal di testa, insonnia, stanchezza, dolori cervicali, ecc.

In caso di distorsioni, invece, si assiste ad un’infiammazione locale che si manifesta tramite gonfiore, dolore e riduzione della mobilità. I traumi distorsivi sono molto frequenti, eppure quando il dolore acuto finisce, si crede di essere guariti. In realtà, molto spesso quelle vecchie distorsioni, a lungo andare, possono provocare problemi anche in altre parti del corpo.

Ecco perché, nel trattamento della risoluzione dei traumi, l’osteopata non si limiterà ad effettuare manipolazioni vertebrali o del torace, ma si occuperà di riequilibrare l’intero organismo. Questo è l’approccio fondamentale dell’osteopatia, che si basa sul trattamento dell’intero organismo, cercandone le cause, piuttosto che curandone i sintomi.

Ogni trauma è profondamente registrato nel corpo e l’abilità dell’osteopata è quella di riportare a galla quel trauma per risolverlo definitivamente.

Le tecniche di manipolazione per il recupero o il ripristino della fisiologia corporea sono dolci e molto rilassanti e il paziente ne trae subito giovamento.